Elezioni Politiche 2018 - Anteprima sul voto tra Sondaggi,Curiosità ed Ultime News

Elezioni politiche 2018, tra scandali e veleni della campagna elettorale, ecco come ci vedono gli scommettitori inglesi.

Oddschecker
 | 
lunedì, 19 febbraio, alle 11:14

Ad ormai una settimana dalle elezioni politiche, la campagna elettorale in Italia entra nel vivo con il consenso che appare ancora instabile. Al netto delle polemiche che hanno investito tutti i partiti, ad incrementare l’incertezza sull’esito del voto del 4 marzo sono anche le incognite della nuova Legge Elettorale, il cosiddetto Rosatellum. Sono ancora tantissimi gli italiani che non si sentono rappresentati da nessun partito. Ed è proprio in questa direzione che le varie formazioni politiche puntano sugli indecisi, vero ago della bilancia in vista della nuova tornata elettorale.

 

I TEMI DELLA CAMPAGNA ELETTORALE E GLI ULTIMI SONDAGGI

 

Tra i temi maggiormente sentiti dagli italiani e di grande attualità, quello dell’immigrazione è di gran lunga l’argomento più discusso sui social media, seguito da lavoro, occupazione e tasse. Secondo il quadro che si sarebbe delineato negli ultimi sondaggi resi disponibili venerdì 16 febbraio (ultimo giorno utile alla diffusione dei sondaggi), il blocco di centrodestra (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e Noi con l’Italia) guidato da Silvio Berlusconi avrebbe un chiaro vantaggio in vista delle elezioni del prossimo 4 marzo. Come noto, difficilmente però potrà contare su una maggioranza utile alla fiducia in Parlamento, il che porterebbe - a meno di clamorose alleanze o grandi coalizioni - ad uno stallo governativo. In questo caso, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si ritroverebbe nella condizioni di poter nominare un governo tecnico (rinnovando probabilmente la fiducia all’attuale premier Paolo Gentiloni, sostenuto dalla maggioranza dei seggi del Parlamento) o di indire nuove elezioni.

 

Circa 50 sondaggi, resi pubblici dallo scorso dicembre al 16 febbraio, non hanno sostanzialmente mostrato alcuno stravolgimento nelle intenzioni di voto, con più di un terzo degli italiani che sarebbe ancora incerto o indeciso. In base al Rosatellum, la nuova legge elettorale con cui si andrà al voto per la prima volta quest’anno, per poter governare un partito, o una coalizione, dovrà necessariamente raggiungere più del 40% del consenso il 4 marzo. Così delineato lo scenario, la porta per un possibile trionfo sarebbe aperta per la coalizione del centrodestra che, nei sette sondaggi pubblicati tra giovedì e venerdì scorso, si aggirerebbe intorno ad una percentuale del 36%. Ma non è stato ancora indicato un candidato premier del centrodestra: Berlusconi non potrà farlo per le note vicende giudiziarie a suo carico mentre restano in corsa Matteo Salvini per la Lega, Giorgia Meloni per Fratelli d’Italia e Antonio Tajani, oggi presidente del Parlamento europeo. Il MoVimento 5 Stelle, che vede nel giovane Luigi Di Maio il candidato premier, è la singola formazione politica che certamente riuscirà a prendere più voti, con una media secondo gli ultimi sondaggi del 28%, percentuale - come visto - non sufficiente a formare un governo. I pentastellati sono stati investiti nell’ultima settimana dallo scandalo rimborsi, emerso dall’inchiesta portata avanti da Le Iene, che avrebbe coinvolto una decina di parlamentari e consiglieri regionali del movimento, rei di non aver versato la metà del loro stipendio nel fondo dedicati alle piccole imprese, così come richiesto dalle regole del partito. L’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi e il Partito Democratico (al centro delle polemiche nello scorso weekend dopo l’inchiesta su corruzione rifiuti che ha investito i De Luca e il PD in Campania), sarebbe attestato intorno al 23% dei consensi, mentre, in coalizione (con +Europa di Bonino, Civica Popolare di Lorenzin, Insieme e Svp) sarebbe appena dietro i 5 stelle. La sinistra con Liberi e Uguali (LeU), con candidato premier Pietro Grasso, sarebbe intorno al 6%.

 

 

L’ITALIA VISTA DAL REGNO UNITO: COSA NE PENSANO GLI SCOMMETTITORI

 

Con il divieto della pubblicità dei sondaggi, un modo per capire meglio l’andamento del consenso in Italia in vista del voto riguarda senza dubbio le quote dei bookmaker inglesi, da sempre documentatissimi e terzi sugli accadimenti politici nel mondo. I dati*, relativi al 16 febbraio, fanno riferimento a chi otterrà il maggior numero di seggi alla Camera dei Deputati, secondo le scommesse effettuate con i bookies Coral e Betway. Secondo i numeri raccolti da Oddschecker, portale leader nella comparazione quote, la maggior parte delle puntate - ovvero il 64,71% - è stata indirizzata sul M5S, per un totale di 893 scommesse pari a un volume giocato di 5343 sterline. La formazione del candidato premier Luigi Di Maio è quotata a 1,28. Dopo i pentastellati troviamo la Lega (la cui quota più alta è a 34) con il 14,71% delle scommesse realizzate (tra cui anche quella con lo stake più basso, pari a 1 sterlina) mentre l’11,76% delle puntate è andato su Forza Italia (quota a 21), tra cui anche una giocata singola di ben 800 sterline che, in caso di successo, porterebbe ad una vincita di 16800 sterline. Sul PD (le cui puntate sono in rialzo dopo lo scandalo rimborsopoli M5S), infine, è andato l’8,82%, per un totale giocato di 2720 sterline (la quota più alta per l’aggiudicazione del PD del maggior numero di seggi alla Camera è di 3,5).

 

Ufficialmente, i leader dei principali partiti in Italia avrebbero già escluso l’ipotesi di una Große Koalition sulla scorta dell’esperienza Merkel in Germania (che governa grazie ad un accordo tra centrodestra e centrosinistra), consapevoli che tale possibilità, in questa fase, potrebbe scoraggiare i loro sostenitori. Visto il clima di incertezza (anche economica) che regna in Italia, la loro posizione potrebbe però cambiare dopo il voto.

 

* I dati sopra riportati, si riferiscono alla data del 16/02/2018 e fanno riferimento ad articoli, informazioni e statistiche estratte da Oddschecker e da altre fonti di informazione del Regno Unito, non intese ad influenzare in alcun modo l’intenzione di voto dei lettori e dell’elettorato italiano.

 

Pronostici Recenti

Mondiali 2018 - Prima vittoria del Brasile in Russia,per la Svizzera successo e polemiche - I Top & Flop di Oddschecker

Mondiali 2018, prima vittoria del Brasile in Russia. Scoppia la polemica dopo l’esultanza pro Kosovo in Serbia-Svizzera. I top e flop di giornata di Oddschecker!
Oddschecker
Leggi L'Articolo

Mondiali 2018 - Pronostici Alta Quota 22/06/18

I Diavoli Rossi non dovrebbero avere particolari problemi a centrare il bis e, conseguentemente, il ticket per gli ottavi con 90 minuti di anticipo.
Oddschecker
Leggi L'Articolo

Mondiali 2018 - Crolla l Argentina umiliata dalla Croazia. Francia agli ottavi. I Top & Flop di Oddschecker

Mondiali 2018, crolla l’Argentina battuta dalla Croazia. Francia agli ottavi. I top e flop di giornata di Oddschecker!
Oddschecker
Leggi L'Articolo
Bonus Scommesse25€ + Bonus di 225€Rimborso fino a 25€ + Bonus fino a 225€Ricevi