football
  1. Home
  2. /
  3. Calcio
  4. /
  5. Serie A

Quote Serie A Vincente

Vincente
Confronta Quote
Migliore Quota
Statistiche Quote
Quote Decrescenti
Quote Crescenti
Ordina per
Favorito
Nome
Favorito
Offerte Speciali:
Juventus
Inter
Atalanta
Napoli
Roma
Milan
Lazio
Fiorentina
Sassuolo
Bologna

Quote Serie A: Come scommettere sul campionato di calcio

La Serie A è il massimo campionato di calcio italiano e l’evento sportivo più seguito in Italia per numero di spettatori, negli stadi e tramite i media. Attualmente partecipano 20 formazioni, si disputano un totale di 38 giornate e la squadra che termina la stagione al primo posto in classifica viene nominata “Campione d’Italia”.

Nel ranking UEFA è considerato il terzo campionato nazionale europeo e, per questo, risulta un’ottima vetrina per i calciatori di tutto il mondo. Le prime quattro classificate della Serie A, nella stagione successiva, avranno la possibilità di accedere alla Champions League, la quinta e la sesta potranno competere per l’Europa League, la settima per la Conference league mentre le ultime tre in classifica retrocedono nella serie minore, la Serie B.

Come per ogni altro evento sportivo, tramite le quote Serie A è possibile scommettere sull’esito delle singole partite, cercando di prevedere chi otterrà la vittoria in ogni incontro. Ma non solo, infatti si può puntare anche sul numero totale di gol realizzati, su chi saranno i marcatori, sul risultato al termine del primo tempo di gioco e molto altro.

Quote Vincente Serie A

Esistono anche le scommesse antepost, cioè quelle relative a previsioni sulla manifestazione e non sulla singola partita. Tra queste, la più importante è quella sulla vincente. Le quote Serie A sulla squadra vincente sono aggiornate costantemente in base all’andamento del campionato, e in qualsiasi momento è possibile fare la propria puntata su chi saranno i Campioni d’Italia.

Dopo un dominio di nove anni della Juventus, l’Inter è riuscita a strappare lo Scudetto dalla maglia dei bianconeri al termine della stagione 2020-2021, ed è l’attuale detentrice del titolo della Serie A.

Su OddsChecker, è possibile confrontare le migliori quote Serie A sulla vincente per scommettere in modo consapevole.

Quote Retrocessione Serie A

Passando alle note dolenti, le scommesse possono riguardare anche le zone basse della classifica, e in particolare individuare quali saranno le tre squadre a retrocedere. Le quote Serie A sulla retrocessione indicano i team che sembrano meno preparati per competere ad alto livello all’interno del campionato e che per questo rischiano seriamente di ottenere risultati negativi e precipitare in Serie B a partire dalla stagione successiva.

Anche in questo caso, i bookmaker analizzano rose, ambizioni e statistiche delle squadre per restituire uno spaccato della situazione in tempo reale, in modo che le quote sulla retrocessione siano sempre il più precise possibile e rispecchino i reali valori in campo.

Quote Marcatori Serie A

Per riuscire ad azzeccare questo tipo di giocate bisogna essere aggiornati sullo stato di forma delle squadre, conoscere quali praticano uno stile di gioco più offensivo e quali difensivo, e non guasta mai analizzare attentamente le quote Serie A sulle partite in generale.

Le tipologie di scommesse incluse in questa categoria sono:

Primo Marcatore: permette di scommettere sul giocatore che segnerà il primo gol della partita. Le quote sono generalmente medio-alte e a vantaggio dell’attaccante più prolifico della squadra.

Ultimo Marcatore: una scommessa che punta a indovinare quale giocatore segnerà l’ultimo goal del match. Rappresenta una delle scommesse più difficili da indovinare e per questo offre delle quote molto alte. Adatta a chi ama il rischio, è una di quelle giocate che dà la possibilità di poter vincere fino all’ultimo minuto del match.

Marcatore Sì/No: è una giocata più semplice rispetto alle altre elencate, ma mai scontata. Si sceglie un giocatore e si scommette sul fatto che possa realizzare o meno una rete durante il match prestabilito. Quando si sceglie un attaccante che segna molto le quote sono solitamente basse mentre, puntando su un difensore, spesso ci sono quote più alte.

Doppietta e Tripletta: queste sono giocate difficili da realizzare e di norma le quote sono piuttosto alte. Le puntate si effettuano principalmente sui bomber del campionato.

Quote Capocannoniere Serie A

Per quanto riguarda i risultati a livello individuale, il titolo più ambito della stagione, soprattutto per gli attaccanti, è sicuramente quello di capocannoniere. È assegnato al giocatore che ha segnato più gol nell’intero arco del campionato, e che dunque - nella maggior parte dei casi - è risultato decisivo per la sua squadra. 

Le quote sul capocannoniere della Serie A vedono sempre favoriti i grandi campioni che giocano all’interno della competizione, ma spesso possono presentare anche delle sorprese. Il capocannoniere della Serie A 2020-2021 è stato Cristiano Ronaldo della Juventus, che ha ottenuto il titolo segnando 29 gol, seguito da Romelu Lukaku a quota 24.

Su OddsChecker è sempre presente la comparazione quote Serie A sul capocannoniere per scoprire chi sarà l’erede di Ronaldo nella stagione 2021-2022. Il portoghese riuscirà a confermarsi?

Dove vedere la Serie A 2021-2022? 

La nuova stagione di Serie A 2021-2022 non sarà più visibile interamente su Sky come siamo stati abituati negli ultimi anni. La scadenza del contratto con la Lega Calcio e la nuova gara di appalto istituita hanno visto la vittoria del canale digitale DAZN, che a partire dalla stagione 2021-2022 e per tre anni (fino alla stagione 2023-2024) avrà l’esclusiva trasmissione in diretta di 7 partite su 10 alla settimana, con le tre rimanenti in condivisione con Sky.

Per poter seguire tutte le partite della nostra squadra del cuore, dunque, sarà necessario un abbonamento a DAZN. Sarà possibile vedere la Serie A 2021-2022 in streaming tramite pc desktop oppure tramite app su qualsiasi dispositivo mobile e smart tv.

Quando inizia la Serie A 2021-2022? 

Il calendario della Serie A pubblicato dalla Lega Calcio ha sancito l’inizio del nuovo campionato il 22 agosto e la fine il 22 maggio. Cinque i turni infrasettimanali: il 22 settembre 2021, il 27 ottobre 2021, l'1 dicembre 2021, il 22 dicembre 2021 e il 6 gennaio 2022.

Anche per questa stagione, sarà confermata la regola dei cinque cambi a partita a disposizione di ogni squadra, in modo da supportare il benessere psicofisico dei giocatori e contrastare per quanto possibile gli effetti della pandemia da Covid-19.

Quando gioca la Serie A?

La Serie A si gioca per lo più nei weekend (fatta esclusione per i cinque turni infrasettimanali, che si giocano tra il martedì e il giovedì). Si parte dagli anticipi del sabato alle ore 15, 18 e 20.45. Stessi orari per la domenica, però con l’aggiunta della partita delle 12.30. Infine, l’ormai classico Monday Night alle 20.45 che chiude ogni giornata di Serie A.

Chi retrocede dalla Serie A?

Le squadre che dalla Serie A retrocedono ogni anno in Serie B sono le ultime tre classificate. In base ai risultati della stagione, i team che hanno avuto i risultati più negativi rischiano di dover abbandonare la massima divisione italiana e tentare nuovamente la scalata dalla Serie B l’anno successivo.

Alla fine della stagione 2020-2021, le tre squadre che sono arrivate rispettivamente 18esima, 19esima e 20esima sono state Benevento, Crotone e Parma: esse cercheranno subito di riguadagnare il campionato più prestigioso il prossimo anno, disputando intanto la Serie B.

Chi sale in Serie A?

Per ottenere la promozione dalla Serie B, è necessario arrivare almeno nei primi otto posti.

Le prime due classificate sono automaticamente promosse. L'ultima promozione è invece decisa tramite i play-off, ai quali partecipano le squadre classificate dal terzo all’ottavo posto. Ciò non avviene nel caso in cui tra terza e quarta classificata vi sia un distacco superiore a 14 punti: i play-off non saranno disputati e di conseguenza la terza classificata sarà promossa direttamente in Serie A.

Chi vince la Serie A in caso di arrivo a pari punti?

L’arrivo a pari punti non è una possibilità così remota, e infatti la Serie A ha delle regole precise per stabilire chi vince il campionato in caso di parità.

I criteri imposti alle squadre dal regolamento della Serie A in caso di arrivo a parità di punti al termine del campionato sono cinque:

  • Punti ottenuti negli scontri diretti tra le squadre a pari punti;
  • Differenza reti negli scontri diretti tra le squadre a pari punti;
  • Differenza reti generale nel campionato;
  • Reti totali realizzate in generale: se dovesse essere in equilibrio anche la situazione della differenza reti delle due squadre, a decidere sarebbe il numero totale di gol fatti nel corso del campionato;
  • Sorteggio, come estrema ipotesi.

Perché le giornate di Serie A sono asimmetriche?

La novità più grande della Serie A 2021-2022 sta nel calendario asimmetrico nella sequenza delle giornate tra andata e ritorno.

È stata la stessa Lega Serie A a spiegare il motivo della novità, già adottata da qualche tempo da altri campionati europei come la Premier League, la Liga e la Ligue 1: “La nuova formula permetterà una migliore distribuzione degli incontri, non condizionati in questo modo da vincoli presenti all’andata che possono ricadere sulla stessa giornata del ritorno e viceversa. L’unico criterio imposto al sorteggio sarà che una partita non avrà il proprio ritorno prima che siano stati disputati altri 8 incontri".

Registrati su OddsChecker

Compara, Scegli, Gioca

Zero Spam! Ricevi le ultime offerte e i bonus scommesse via e-mail.
0Schedina

Ci sei quasi!

Stiamo caricando le tue scommesse, saranno qui in un secondo

Bonus Clienti Esistenti
Bonus Scommesse 2021Bonus Oddschecker
HomeBonus ScommessePronosticiNewsCasino

Formato quote