Tennis, Nadal mette la freccia e punta al record di Federer

Dopo la vittoria allo US Open settimana scorsa, Nadal fa 19. Il record di 20 Slam vinti da Federer sta per essere abbattuto.

Adam King
giovedì, 12 settembre, alle 09:41

 

Rafael Nadal ha trionfato agli US Open 2019 dove in finale ha battutto Daniil Medvedev in una maratona durata quasi cinque ore. Il tennista maiorchino oggi, dopo un anno che lo ha visto assoluto protagonista su tutte le superfici di gioco, punta a riprendersi il primo posto del ranking, distante ora poco più di 600 punti. Nadal quest’anno è arrivato almeno alle semifinali di tutti e quattro i tornei del Grand Slam, vincendo il Roland Garros e lo US Open, perdendo in finale agli Australian Open e in semifinale a Wimbledon.

 

Lo spagnolo negli States ha vinto il diciannovesimo titolo del Grande Slam della sua carriera. E’ sotto di una vittoria soltanto rispetto a Roger Federer (che di Slam ne ha vinti ben venti. Re Roger guida anche la speciale classifica all-time delle finali dello Slam raggiunte: Nadal si ferma a 27 mentre Federer guarda tutti dall’alto a quota 31. Ed è proprio questo è l’obiettivo del maiorchino: raggiungere e stracciare tutti i record detenuti dallo svizzero.

 

Da metà maggio, inoltre, Nadal ha vinto quattro dei cinque tornei in cui ha giocato (la sua unica sconfitta è arrivata contro Federer in semifinale di Wimbledon). Novak Djokovic, ancora al numero uno del ranking, è soli 640 punti più avanti in classifica (pochi mesi fa era di 3800 punti) ma nella classifica single race (o dell’anno solare) Nadal comanda su tutti con 2000 punti di vantaggio sul secondo.

 

Il fisico di Nadal saprà reggere in vista del prossimo Australian Open? Visti gli acciacchi di inizio anno e i tornei più importanti in programma di qui alla fine del 2019, il primo Grand Slam del prossimo anno potrebbe riservare più d’una sorpresa. In finale contro Medvedev agli US Open, si è visto già un Nadal provato dallo sforzo fisico, farsi recuperare due set. Poi è emerso il carattere, il cuore e il coraggio del tennista di Maiorca che, a gennaio prossimo a Melbourne, punta a eguagliare al più presto il numero degli Slam vinti da Federer, magari provando a riscattarsi dopo la finale persa a inizio anno agli Open contro Nole Djokovic.

Rafael Nadal, anche per questo motivo, deve sicuramente essere considerato il favorito per i prossimi Australian Open. I bookies, infatti, hanno tagliato le quote da qualche giorno (anche in virtù del risultato di Flushing Meadows) dando oggi Nadal vincente a 4.

 

L’ultima vittoria di New York non ha fatto altro che riaccendere quella vecchia discussione su chi sia, tra Nadal e Federer, il più forte tennista di tutti i tempi. Posto che Nadal è più giovane di 5 anni di Federer, lo svizzero avrà tutta l’intenzione di continuare a giocare per il 2020, pur ben sapendo che Nadal e Djokovic sono alle calcagna che mordono per rubargli il titolo di maggiori Slam vinti in carriera. A Wimbledon, Re Roger potrà ancora dire la sua, come pure in Australia a gennaio (Federer vincente agli Australian Open 2020 è a 8). Ma cosa succederà se la sua schiena farà ancora le bizze? Il più giovane Nadal (e l’ancor più giovane Djokovic) tra quanto effettueranno il sorpasso. Tutto questo, per lo spagnolo, potrebbe succedere già l’anno prossimo con il back-to-back con gli Open di Francia e Australia.
 

 

 

0Schedina

Ci sei quasi!

Stiamo caricando le tue scommesse, saranno qui in un secondo

Ultimi Pronostici

Australian Open, nel weekend finali per Djokovic e Kenin

Finali a sorpresa negli Australian Open sia nel tabellone maschile che femminile. Djokovic nettamente avanti, piú incerto il match femminile
Gianluca Drammis
Leggi L'Articolo

Australian Open, prima semifinale maschile tra Zverev e Thiem

Nella mattinata italiana di venerdí prende il via la prima semifinale, che mette contro due giocatori dal future molto interessante, Zverev e Thiem
Gianluca Drammis
Leggi L'Articolo

Australian Open, la Muguruza si conferma sorpresa numero 1

Prendono il via nella notte le semifinali femminili. Assoluta novitá quella tra Barty e Kenin, mentre la Mugurunza ha strappato l`accesso battendo la Halep
Gianluca Drammis
Leggi L'Articolo