Inter e Fiorentina chi rimarra' in vetta?

Sfide casalinghe agevoli per Inter e Fiorentina nella 13esima di Serie A, il Napoli visita il Verona, cerchi consigli clicca qui.

Enrico Passarella
 | 
mercoledì, 18 novembre, alle 12:39

Udinese - Sampdoria

Domenica 22 Novembre 15:00, Serie A: Tredicesima Giornata

Il nuovo tecnico della Sampdoria Vincenzo Montella esordirà allo stadio Friuli, contro un avversario, Stefano Colantuono, la cui panchina non può certo dirsi solidissima. Per l’ex Fiorentina subito un’occasione per raccogliere punti e invertire i trend stagionali, visto che i Blucerchiati hanno raccolto soprattutto delusioni in trasferta quest’anno.

Udinese ad andamento lento in questa stagione: sono solo tre le vittorie raccolte, più altrettanti pareggi e sei sconfitte. I bianconeri sono appena un punto sopra la zona retrocessione e non sono ancora stati in grado di vincere due partite di fila, sebbene la sconfitta contro il Napoli abbia interrotto una serie di quattro risultati utili consecutivi. L’Udinese non ha sfigurato al San Paolo, però non ha ottenuto punti. Visto l’infortunio di Duvan Zapata e la scarsa forma di Antonio Di Natale, l’Udinese fatica a trovare punti di riferimento offensivi: il solo Cyril Thereau non è sufficiente. Sono solo dieci i gol realizzati finora. Una vittoria, due pareggi e tre sconfitte per gli uomini di Colantuono in casa.

Dopo la prima sconfitta stagionale a Marassi, il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero ha deciso di esonerare Walter Zenga. I Blucerchiati non stavano vivendo un momento eccezionale, una vittoria nelle ultime cinque partite, ma neppure così negativo da giustificare un licenziamento. I motivi della decisione sono probabilmente da ricercarsi nel pessimo avvio di stagione, la sconfitta nei preliminari di Europa League contro il Vojvodina, e nello scarso feeling con la piazza. La scelta di Montella, sicuramente di alto profilo, testimonia il fatto che Zenga era presumibilmente un ripiego in estate, giunto a Genova per via dei rifiuti altrui. All’Aeroplanino toccherà il compito di rivitalizzare una squadra che in trasferta finora ha raccolto due pareggi e tre sconfitte.

Precedenti in sostanziale equilibrio: tre vittorie dell’Udinese, tre pareggi e quattro vittorie della Sampdoria negli ultimi dieci incontri tra le due squadre. Bianconeri leggermente meglio in casa: quattro vittorie, quattro pareggi e due sconfitte.

Sebbene il rendimento esterno della Sampdoria deficitario, si consiglia di puntare sulla doppia chance X2 (1.72) innanzitutto perché la quota è ottima, inoltre l’Udinese è un avversario alla portata e le squadre in genere tendono a reagire dopo un cambio di guida tecnica.

Atalanta - Torino

Domenica 22 Novembre 15:00, Serie A: Tredicesima Giornata

Sfida tra due squadre che finora sono state in grado di tenersi lontano dalle zone pericolose e che per dei periodi hanno messo in mostra un ottimo calcio. L’Atalanta è in ottava posizione con 18 punti, il Torino in undicesima, tre punti dietro.

Risposte discontinue dalla Dea nelle ultime due partite, entrambe in trasferta. Prima prestazione scoraggiante contro un Bologna galvanizzato dal cambio di allenatore: gli uomini di Reja sono stati surclassati dai rossoblù e sono stati sconfitti per 3-0. Nel match successivo invece, performance gagliarda a San Siro contro il Milan, dove i nerazzurri hanno ben figurato e hanno tenuto in mano il match per lunghi periodi. Non è arrivata la vittoria, però è un punto che fa morale e fa ben sperare per le future trasferte. Non ci sono problemi invece al fortino dell’Atleti Azzurri d’Italia, dove l’Atalanta ha vinto quattro delle cinque partite disputate.

Torino invece in rottura prolungata: l’avvio è stato ottimo, però la vittoria manca ormai da sei incontri, nei quali sono arrivati tre pareggi e tre sconfitte. Il calendario non ha aiutato visto che le partite contro Milan, Lazio, Juventus e Inter erano praticamente una dopo l’altra, però i granata hanno perso punti anche contro Genoa e Carpi. Solo una vittoria per gli uomini di Ventura in trasferta finora, all’esordio con il Frosinone, poi un pareggio e quattro sconfitte consecutive. Manca un po’ di personalità nel gestire le partite lontano dall’Olimpico.

Leggermente meglio il Torino negli ultimi dieci precedenti: cinque vittorie granata, un pareggio e quattro vittorie degli orobici. Perfetta parità nelle ultime nove sfide giocate dal 2001 in poi: tre vittorie per parte e altrettanti pareggi.

Anche se la pausa a volte scompagina un po’ le cose, è consigliabile puntare sul segno 1 (2.60). . L’Atalanta è stata pressoché perfetta in casa, solo un gol al novantaseiesimo dell’Hellas Verona ha evitato il cinque su cinque, e il Torino non ha combinato granché in trasferta, avendo la meglio solo sul modesto Frosinone, anche se c’è da dire che ha affrontato spesso partite dure fuori casa. Per chi preferisce non sbilanciarsi, si consiglia di andare sull’over: (2.30) l’Atalanta è reduce da 3 over in casa, dove segna in media più di due gol, mentre il Torino in trasferta ha già raccolto cinque partite con 3 o più gol.

Genoa - Sassuolo

Domenica 22 Novembre 15:00, Serie A: Tredicesima Giornata

Il match del Ferraris mette di fronte un Genoa che ancora fatica a ingranare, invischiato nei bassifondi della classifica, e la sorpresa del campionato Sassuolo. Il Grifone è reduce da tre pareggi consecutivi dove ha mostrato il suo spirito battagliero, infatti sia a Torino che a Frosinone, al Matusa addirittura sotto di un uomo, è stato in grado di recuperare la partita dopo essere andato in svantaggio. Arrivano segnali positivi in trasferta, ma la vittoria manca ancora. Nell’ultimo match casalingo, invece, prestazione maiuscola contro il Napoli, tenuto a secco di gol. La sensazione è che il Genoa finora abbia raccolto meno di quanto meritato, ma l’ostacolo alle porte non è certo dei più facili. Buono il rendimento interno dei rossoblù: tre vittorie, un pareggio e una sconfitta.

Il Sassuolo invece in questa stagione sta dando grandi segnali di maturità. L’ultima partita contro il Carpi è stata tutt’altro che memorabile, però gli emiliani sono riusciti a portarsi a casa i tre punti con il minimo sforzo, cosa che raramente erano in grado di fare negli anni scorsi. Notevoli i progressi difensivi della truppa di Di Francesco, che non prendono gol da tre partite e che in totale ne hanno subito solo dieci. I neroverdi occupano attualmente la quinta posizione della classifica con 22 punti. Il ruolino esterno parla di due vittorie, due sconfitte e due pareggi.

Gli unici precedenti tra le due squadre risalgono alle ultime due stagioni: due vittorie del Sassuolo, una del Genoa e un pareggio; i neroverdi hanno conquistato le gare giocate in Emilia, mentre il Grifone ha fatto sua una delle due partite a Marassi, mentre l’altra si è conclusa in pareggio.

Il Genoa, nonostante un avvio complessivamente opaco, ha fatto discretamente bene in casa, perdendo punti solo contro Napoli e Juventus, però il Sassuolo si è fatto valere anche lontano dal Mapei Stadium. Per chi è alla ricerca di quote alte, ci sono gli estremi per giocare il pareggio (3.40) visto che la partita dovrebbe essere piuttosto equilibrata. Entrambe le squadre sono nella parte bassa della classifica degli over rispettivamente in casa e fuori: si suggerisce quindi di puntare sull’under (1.75).

Lazio - Palermo

Domenica 22 Novembre 15:00, Serie A: Tredicesima Giornata

Match dal significato profondo per entrambe le squadre. La Lazio è in cerca di risposte dopo tre sconfitte di fila, che l’hanno fatta scivolare al nono posto. Le ultime prestazioni sono state sottotono: il Milan ha fatto la voce del leone all’Olimpico dove la Lazio era precedentemente imbattuta e poi la Roma ha vinto abbastanza agevolmente l’atteso derby, dove gli uomini di Pioli sono stati capaci di creare pericoli sono in un paio di circostanze e sono parsi molto vulnerabili. Prima di queste due partite, i biancocelesti avevano aperto questa mini crisi con la sconfitta esterna contro l’Atalanta. È necessario un cambio di rotta immediato visto che le rivali per i posti europei quest’anno sono tante e agguerrite: il talento a disposizione non manca, ma alcuni elementi, Candreva e Klose in primis, devono iniziare a dare un contributo maggiore. Cinque vittorie e un pareggio per la Lazio in casa.

Il Palermo invece viene dall’esonero shock di Giuseppe Iachini, ma neppure più di tanto. Sicuramente è pratica inusuale licenziare un allenatore dopo una vittoria, che comunque era arrivata in modo fortunoso, però il presidente Zamparini da settimane si lamentava pubblicamente della gestione di Iachini e la pausa rappresentava il momento migliore per un cambio di guida tecnica. È stato scelto Davide Ballardini, un cavallo di ritorno, che già aveva fatto bene nel 2008, guidando la squadra all’ottavo posto dopo aver preso le redini alla terza giornata. Due vittorie e tre sconfitte per il Palermo lontano dal Barbera.

I precedenti sono appannaggio della Lazio: cinque vittorie, tre pareggi e due sconfitte negli ultimi dieci incontri contro il Palermo. Nei match giocati all’Olimpico dal 2005 in poi, cinque vittorie biancocelesti, due pareggi e tre vittorie rosanero.

In più di una circostanza in stagione la Lazio ha dimostrato di essere piuttosto debole psicologicamente, quindi c’è molta incertezza su come risponderà messa con le spalle al muro. Il Palermo cerca la scossa con il cambio di allenatore, però neanche la prima versione di Ballardini combinava granché fuori casa. La Lazio, Milan e Roma a parte, ha sempre fornito buone prove tra le mura amiche, pertanto si consiglia di darle fiducia nonostante il momento di appannamento e di puntare sul segno 1 (1.50).

Hellas Verona - Napoli

Domenica 22 Novembre 15:00, Serie A: Tredicesima Giornata

Classico testacoda nel lunch match della tredicesima giornata: Hellas Verona penultimo e Napoli invece in quarta posizione, a soli due punti dalla vetta. Anche il periodo delle due squadre non potrebbe essere più diverso, sia dal punto di vista del morale che del gioco.

Scelta in controtendenza per la dirigenza dell’Hellas Verona in un avvio di stagione caratterizzato dai tanti esoneri: nonostante la squadra sia ancora senza vittorie, Andrea Mandorlini è stato confermato. Nell’ultima giornata, il Bologna ha approfittato delle precarie condizioni dei gialloblù per portarsi a casa il bottino pieno, evidenziando ulteriormente le difficoltà della squadra veronese. La principale giustificazione per la conferma è che l’allenatore non ha ancora potuto godere della squadra a pieno regime, viste le tante defezioni dovute agli infortuni. Sfortunatamente per gli scaligeri, l’emergenza non sembra destinata a risolversi in tempi brevi e anche contro il Napoli saranno privi di almeno tre titolari. I gialloblù hanno il peggior rendimento interno della Serie A: tre pareggi e tre sconfitte.

Il Napoli di Sarri invece ha un po’ rallentato nelle ultime giornate per quanto riguarda l’apporto realizzativo: solo quattro gol nelle ultime cinque partite, ma le vittorie continuano ad arrivare. Solo al Ferraris mezzo passo falso contro un Genoa molto volitivo, ma i tre punti sono puntualmente arrivati la domenica dopo contro l’Udinese, l’ultimo avversario a pagare la tassa del San Paolo. Il rendimento esterno è di due vittorie, tre pareggi e una sconfitta.

Nei sei precedenti dal 2001 in poi, quattro vittorie dei partenopei e due vittorie per gli scaligeri. L’Hellas ha vinto due delle tre sfide giocate allo stadio Bentegodi. Il Napoli arriva nettamente da favorito a questo incontro, come confermano le quote: ha vinto sei delle ultime sette partite di Serie A e non perde dalla prima giornata contro il Sassuolo. L’Hellas Verona, invece, ha raccolto un punto in quattro gare. La quota del 2 è abbastanza interessante, (1.44) se però desiderate qualcosa di più succoso è suggeribile andare sul Napoli vincente senza subire gol: (2.30) i partenopei infatti non subiscono reti da quattro partite e nelle ultime tredici, includendo anche l’Europa League, ne hanno subite solo tre.

Pronostici Recenti

Mondiali 2018 sempre più nel segno di CR7! Bene la Spagna,Uruguay agli ottavi - I Top & Flop di Oddschecker

Mondiali 2018 sempre più nel segno di Cristiano Ronaldo. Bene la Spagna. Uruguay agli ottavi. I top e flop di giornata di Oddschecker!
Oddschecker
Leggi L'Articolo

Mondiali 2018 - Ancora sorprese! Il Giappone batte la Colombia,il Senegal supera la Polonia - Top & Flop di Oddschecker

Mondiali 2018, ancora risultati a sorpresa in Russia. Il Giappone batte la Colombia mentre il Senegal supera la Polonia. I top e flop di giornata di Oddschecker!
Oddschecker
Leggi L'Articolo

Mondiali 2018 - Gruppo B - 3a Giornata - I Pronostici di Scommesse.

Oddschecker presenta la Prima Tipster Competition sui Mondiali 2018.Ecco i pronostici della 3a Giornata del Gruppo B da parte di Scommesse.
Scommesse.
Leggi L'Articolo