Informazioni sulla privacy da Oddschecker
Abbiamo modificato T&C ed aggiornato la politica dei cookies

Serie A 6/12 Napoli e Milan cercano conferme

Napoli e Milan cercano conferme, i partenopei non vogliono perdere la vetta! Fiorentina per il riscatto dopo 2 pareggi! Samp e Palermo per la svolta, i pronostici...

Enrico Passarella
 | 
martedì, 1 dicembre, alle 12:35

Bologna-Napoli

Domenica 6 Dicembre 12:30, Serie A: Quindicesima Giornata

Dopo la prima sconfitta dell’era Donadoni, il Bologna cerca di riprendere il proprio cammino, ma la sfida alle porte è improba. Il Napoli, dopo aver resistito alla rimonta dell’Inter, cerca di dare continuità al proprio ruolino di marcia e di confermarsi in vetta.

Prestazione molto incolore per il Bologna all’Olimpico di Torino nell’ultima giornata. Ai rossoblù mancava qualche elemento della formazione titolare, in primis Destro, però i Granata hanno avuto la meglio troppo facilmente. La classifica, specialmente nelle zone basse della classifica, è molto corta quest’anno, e nonostante i tre risultati utili consecutivi ottenuti prima della partita in Piemonte, il Bologna torna in zona pericolante. Nella precedente partita in casa con Donadoni allenatore, vigorosa prestazione contro la Roma e risultato finale di 2-2. In stagione, due vittorie, un pareggio e quattro sconfitte al Dall’Ara per i felsinei.

Il Napoli ha confermato le sue credenziali Scudetto nel big match della scorsa giornata contro l’Inter. Una partita gestita non in maniera particolarmente brillante dagli uomini di Sarri, che nonostante l’uomo in più nel primo tempo e il doppio vantaggio hanno rischiato di subire il pareggio, tuttavia è stato abbastanza per portarsi a casa una vittoria che potrebbe rivelarsi cruciale. La scarsa brillantezza nel finale è probabilmente da attribuirsi alle fatiche di coppa. I partenopei non perdono da 13 partite consecutive. Il bilancio in trasferta è di tre vittorie, tre pareggi e una sconfitta.

Negli ultimi dieci precedenti, tre vittorie del Bologna, due pareggi e cinque vittorie del Napoli. I rossoblù però ribaltano lo score al Dall’Ara: cinque vittorie, un pareggio e quattro vittorie dei partenopei.

Il Napoli arriva chiaramente a questa sfida con i favori del pronostico in virtù della lunga striscia di risultati utili consecutivi e per aver conquistato la vetta solitaria dopo 25 anni. Il Bologna, che pure con Donadoni è migliorato, non sembra però una di quelle squadre prettamente difensive in grado di fermare l’attacco degli azzurri. La quota del 2 è decente ma non eccezionale. Si consiglia quindi di puntare sul no gol: (1.83 Paddy Power) il 71% delle partite interne del Bologna e delle trasferte del Napoli è terminato senza che entrambe le squadre trovassero la via della rete, il Napoli ha la miglior difesa del campionato in coabitazione con l’Inter e contro le piccole non prende gol dalla terza giornata, mentre il Bologna ha il secondo peggior attacco della Serie A.

Atalanta-Palermo

Domenica 6 Dicembre 15:00, Serie A: Quindicesima Giornata

Prestazione di grande determinazione per l’Atalanta all’Olimpico di Roma, in cui ha riscattato alla grande la prova incolore fornita in casa contro il Torino. Gli orobici sono stati bravi a sfruttare gli errori avversari, a colpire al momento giusto e a difendersi in maniera ordinata, non lasciandosi mai schiacciare troppo. Si è trattata della seconda vittoria in trasferta, la prima era arrivata contro l’Empoli, e della seconda prestazione convincente di fila lontano dall’Atleti Azzurri d’Italia dopo lo zero a zero a San Siro con il Milan. La Dea torna ora tra le mura amiche, dove finora ha raccolto quattro vittorie, un pareggio e una sconfitta. Le due non vittorie sono arrivate contro Hellas Verona e Granata.

L’era Ballardini è iniziata con un punto in due partite, soprattutto a causa della forza degli avversari. Delle due sfide con il nuovo allenatore, meglio la prima contro la Lazio all’Olimpico, dove il Palermo aveva quantomeno proposto un po’ più di gioco e creato qualche occasione. Contro la Juventus l’atteggiamento è stato invece passivo, anche se nel primo tempo la difesa è stata tenace; tuttavia Buffon non ha compiuto parate e i rosanero hanno mollato troppo presto, anche se comunque il punteggio è stato troppo severo. Due vittorie, un pareggio e tre sconfitte per i siciliani in trasferta finora.

I precedenti sono in perfetta parità: quattro vittorie dell’Atalanta, due pareggi e quattro vittorie del Palermo nelle ultime dieci sfide tra le due squadre. Negli ultimi dieci incontri giocati a Bergamo, invece, rendimento migliore per gli orobici: quattro vittorie, quattro pareggi e due sconfitte.

Sfida molto equilibrata, con l’Atalanta che si lascia preferire (1.93 Eurobet ). in virtù dell’importa prestazione fornita nell’ultimo incontro contro una contendente per lo Scudetto e perché i rosanero saranno senza il loro elemento di maggior spessore, Franco Vazquez. Il nuovo Palermo ha battagliato bene con la Lazio e poi è caduta con la Juve: ora ha l’opportunità di misurarsi con un avversario dalla caratura simile. Quattro degli ultimi incontri tra le due squadre sono terminati con tre o più gol, gli ultimi due con addirittura più di cinque. Sebbene quest’anno le due squadre non abbiano brillato in termini di partite con molti gol, si consiglia di puntare sull’over (2.15 Betfair).

Fiorentina-Udinese

Domenica 6 Dicembre 15:00, Serie A: Quindicesima Giornata

Nell’ultima giornata, la Fiorentina ha rallentato ancora, e si tratta del secondo pareggio di fila, sul campo non facile di Sassuolo e ha approfittato solo in modo parziale dei passi falsi di Inter e Roma, mentre l’Udinese ha trovato una vittoria tanto importante quanto sudata contro nel derby del Triveneto con il Chievo Verona.

La partita contro il Sassuolo sembrava essersi incanalata sui binari giusti con il gol trovato dopo pochi minuti e un grande avvio in termini di intensità e gioco. Tuttavia la Fiorentina si è smarrita con il passare dei minuti, ha subito gol a causa di una disattenzione collettiva della difesa e poi non è più riuscita a rendersi pericolosa in modo costante. I quattro punti persi tra Empoli e Sassuolo non peggiorano la classifica, visto che la Viola rimane al terzo posto, ma fanno sorgere dei dubbi sulle potenzialità Scudetto degli uomini di Paulo Sousa. Il rendimento al Franchi è di cinque vittorie, un pareggio e una sconfitta.

L’Udinese viene da due vittorie di fila di importanza davvero capitale: i friulani sono risaliti così a un più tranquillo undicesimo posto. Il gioco dei bianconeri non è particolarmente esaltante, però nelle ultime giornate hanno mostrato di essere una squadra molto grintosa, pronta a battagliare con le unghie e con i denti, simile all’Atalanta di Colantuono. Nell’ultimo turno, ha ribattuto colpo su colpo contro il Chievo, fino al gol del definitivo 3-2. Il ruolino esterno è di tre vittorie, un pareggio e tre sconfitte. Segnano in casa da 11 partite consecutive.

Negli ultimi dieci incontri tra le due squadre, sei vittorie dei viola, un pareggio e tre vittorie dell’Udinese. Tradizione molto favorevole per i Viola in casa contro questo avversario: nove vittorie e una sconfitta nelle ultime dieci sfide giocate al Franchi.

Sebbene ci sia una percentuale di rischio, visto che la Fiorentina non ha convinto a pieno nelle ultime due gare e potrebbe lasciare qualche titolare a riposo in vista dell’Europa League, si suggerisce di puntare sul segno uno: (1.55 William Hill) i toscani hanno praticamente sempre vinto dal 2005 in poi contro l’Udinese in casa e i bianconeri, per quanto pugnaci, in trasferta quest’anno ha perso contro tutte le avversarie di livello, ovvero Lazio, Roma e Napoli.

Sampdoria-Sassuolo

Domenica 6 Dicembre 18:00, Serie A: Quindicesima Giornata

Avvio non felice per Montella alla Sampdoria che nei suoi pochi giorni alla guida del club non è riuscito a ribaltare il principale trend negativo, ovvero l’incapacità di fare risultato in trasferta. Il Sassuolo invece nell’ultimo turno si è confermato avversario pericoloso per tutti.

Negli ultimi due incontri contro Milan e Sampdoria, sono ben pochi i miglioramenti mostrati dai blucerchiati. Se la prestazione contro l’Udinese era stata passabile nonostante la sconfitta, a San Siro sono stati spazzati via dal Milan e non sono mai stati in partita. Montella non ha modificato l’assetto tattico di Zenga ma già da questa giornata dovrebbe iniziarsi a vedere la mano dell’allenatore. La Sampdoria ha vinto solo una delle ultime sei partite, in casa contro l’Hellas Verona, ed è scivolata addirittura al quattordicesimo posto. A Marassi ha raccolto finora quattro vittorie, due pareggi e una sola sconfitta.

Il Sassuolo, dopo un inizio di partita molto difficile, ha trovato il pareggio e ha tenuto botta contro una brillante Fiorentina. In casa gli uomini di Di Francesco possono fare risultato contro chiunque e hanno dimostrato una volta di più di meritare di stare ai piani alti della classifica. La manovra non è sembrata granché, complice l’assenza di Berardi, però quest’anno i neroverdi hanno un animo combattivo che raramente avevano mostrato nelle passate stagioni. In trasferta finora hanno raccolto due vittorie, due pareggi e tre sconfitte.

Non sono molti i precedenti recenti: tra Serie A e Serie B, nelle ultime otto partite giocate tra le due squadre, cinque pareggi, due vittorie della Sampdoria e una vittoria del Sassuolo. A Marassi, due pareggi e una vittoria per parte.

La Sampdoria quest’anno in casa ha fatto molto bene, ma viene da due risultati, soprattutto il secondo, che possono rappresentare una mazzata per il morale, anche se Montella è un tecnico esperto che dovrebbe essere in grado di raddrizzate la nave. Il Sassuolo quest’anno si è dimostrato in grado di far risultato anche lontano dalle mura amiche. Considerati i precedenti, ci sono i presupposti per una giocata sul segno X (3.25 GazzaBet). Per chi preferisce rischiare di meno, consigliabile puntare su entrambe le squadre a segno, (1.86 Unibet) che si è verificato il 71% delle volte nelle partite interne dei doriani.

Carpi-Milan

Domenica 6 Dicembre 15:00, Serie A: Quindicesima Giornata

Boccata d’ossigeno per entrambe le squadre nell’ultima giornata: il Carpi ha capitalizzato l’inferiorità numerica del Genoa, si è portato a casa tre punti pesantissimi e ha abbandonato l’ultimo posto; il Milan ha cambiato veste tattica e i riscontri sono stati molto positivi dopo un paio di partite che non erano andate come sperato.

Contro un Genoa rimasto in dieci dopo pochi minuti per la sconsiderata gomitata di Pavoletti, il Carpi è riuscito a rimontare il gol rossoblù trascinato dai suoi elementi di maggior esperienza. Castori sta iniziando a proporre un Carpi più offensivo rispetto a inizio stagione e gli emiliani riescono a trovare più facilmente la via del gol. La posizione di classifica rimane complicatissima, però il Carpi ha staccato l’Hellas Verona sul fondo della graduatoria. Solo una vittoria al Braglia per i biancorossi, poi due pareggi e quattro sconfitte, anche se va ricordato che il calendario finora è stato inclemente e che il Carpi si è sempre battuto fieramente tra le mura amiche.

Mihajlovic ha cambiato nuovamente schema, optando per il classico 4-4-2, e stavolta i risultati sono stati immediati: trascinati da un Niang in grande spolvero, i rossoneri hanno avuto agevolmente ragione della Sampdoria. I doriani non si sono mai espressi particolarmente bene in trasferta, ma hanno qualche arma a disposizione e hanno recentemente cambiato allenatore; tuttavia la prestazione del Milan è stata importante sotto tutti i punti di vista: gioco, convinzione e solidità difensiva e la Sampdoria ha combinato qualcosa solo a match ampiamente chiuso. Lontano da San Siro il Diavolo ha raccolto finora due vittorie, un pareggio e quattro sconfitte.

Non ci sono precedenti recenti tra le due squadre. Il Milan in generale è stato molto incostante in questa stagione, sia in casa che fuori, però è stato il più delle volte capace di fare il proprio lavoro nei match contro le cosiddette piccole, inoltre la recente svolta tattica fa ben sperare per il futuro, almeno immediato, degli uomini di Mihajlovic. Il Carpi ha battagliato in casa, ma, Napoli ha parte, ha sempre perso contro le prime della classe. Visto che la quota non è da disprezzare, si consiglia pertanto di puntare sul 2 (1.80 William Hill).

Ultimi Pronostici

Champions League - Vinci 260 euro con la Champions League

Champions, ultime decisive gare per le italiane. Juve e Napoli per il primato, rischio Inter. Le ultime!
Oddschecker
Leggi L'Articolo

Champions League - 6a Giornata

Champions League, Inter e Napoli alla caccia della qualificazione nelle sfide contro PSV e Liverpool, mentre la Juventus cerca i punti per il primato. Roma già sicura del secondo posto.
Enrico Passarella
Leggi L'Articolo
Bonus ScommesseJuve a 16.0Juve Batte Young Boys a 16.0 + 100€Ricevi