Il Punto del Collo 17a Giornata

Torna al successo il Napoli, Juventus travolgente a Bologna mentre l'Inter conosce la prima sconfitta stagionale.La Roma vince allo scadere grazie ad un gol allo scadere di Fazio.

Oddschecker
 | 
lunedì, 18 dicembre, alle 09:14

 

L'Inter perde a sorpresa la testa dalla classifica, crollando a San Siro sotto i colpi di un'Udinese rigenerata dalla cura Oddo. La squadra di Spalletti va sotto, punita dall'opportunista Lasagna, ma sembra non accusare il cazzotto e pareggia prontamente, neanche due minuti più tardi, grazie al solito implacabile Icardi. Il primo tempo è di marca nerazzurra, ma i padroni di casa sprecano qualche occasione di troppo e così si va al riposo sull'1-1. La ripresa si apre con un'Udinese tonica e aggressiva, che mette all'angolo un'Inter scarica. De Paul su rigore e Barak firmano l'impresa friulana al Meazza. I cambi di Spalletti non danno frutti, spingendo il tecnico toscano a invocare rinforzi di spessore nel post partita. Una sconfitta non è un dramma, ma adesso l'allenatore nerazzurro dovrà essere abile a gestire nel migliore dei modi questo primo momento di difficoltà, mantenendo salde le convinzioni dei propri giocatori e ricompattando spogliatoio e ambiente in vista dei prossimi impegni. Al di là della panchina effettivamente corta, la sconfitta dell'Inter si spiega anche con un fisiologico periodo di appannamento fisico dopo una grande cavalcata.

 

Torna al successo il Napoli, che batte in trasferta il Toro e, complice il passo falso dell'Inter, riconquista la vetta della classifica. Troppo netto il divario tra le due squadre, superiore per gioco e individualità quella di Sarri, a corto di idee e senza convinzione quella di Mihajlovic. Torna protagonista Hamsik, che pone fine a quella che pareva un'autentica maledizione, segnando il gol numero 115 in maglia azzurra e agganciando Mardona al primo posto della graduatoria dei bomber all time. In rete anche Koulibaly e Zielinski, che si conferma un'alternativa valida all'acciaccato Insigne, di nuovo in campo nella ripresa e vicino al gol.

 

Un rocambolesco gol di Fazio all'ultimo respiro consegna alla Roma tre punti di capitale importanza nella corsa scudetto. I giallorossi dominano il Cagliari per gran parte dell'incontro, ma non riescono a concretizzare la mole di occasioni costruita, complice la poca sintonia tra Dzeko e Schick, che si pestano spesso i piedi sovrapponendosi l'uno all'altro. Se poi Perotti avesse fatto centro su rigore, anziché farsi ipnotizzare dall'ottimo Cragno, Eusebio Di Francesco avrebbe trascorso una serata certamente più tranquilla, ma ciò che conta è la vittoria, assai meno importa come la si ottiene.

 

Il Verona restituisce al Milan il 3-0 subito pochi giorni fa in Coppa Italia, travolgendo la squadra di Gattuso, troppo timorosa e rinunciataria, incapace di reagire alle difficoltà. I rossoneri partono bene, ma crollano al primo cazzotto incassato: il colpo di testa di Caracciolo getta il Diavolo all'Inferno e le fiamme ardono ancor di più nella ripresa, quando Keane e Bessa completano l'opera, regalando a Pecchia un pomeriggio magico e tre punti fondamentali in chiave salvezza. Niente da salvare per il Milan, senza idee, senza carattere, privo di un gioco e di un'identità: urge una sterzata, ma è Gattuso il tecnico in grado di dargliela?

 

Juventus travolgente a Bologna: i bianconeri travolgono 3-0 i padroni di casa e scavalcano l'Inter, balzando al secondo posto, a -1 dal Napoli. Merito di un Pjanic in versione Pirlo, capace di sbloccare la gara con una punizione magistrale e poi di mandare in gol Mandzukic con un lancio millimetrico. Il bosniaco non è l'unico protagonista tra le file dei campioni d'Italia, che mettono in mostra un Matuidi mostruoso, in grado di calamitare palloni in ogni zona del campo e di trovare la prima rete in Serie A con un sinistro potente e preciso nell'angolino. Ciò che più colpisce di questa Juve è la ritrovata solidità difensiva, cortesia di un Benatia sontuoso come ai tempi di Roma e di un De Sciglio mai così convincente e autorevole. La Signora è tornata, ammesso che fosse mai andata via.

 

Fulvio Collovati

Pronostici Recenti

Mondiali 2018 - Prima vittoria del Brasile in Russia,per la Svizzera successo e polemiche - I Top & Flop di Oddschecker

Mondiali 2018, prima vittoria del Brasile in Russia. Scoppia la polemica dopo l’esultanza pro Kosovo in Serbia-Svizzera. I top e flop di giornata di Oddschecker!
Oddschecker
Leggi L'Articolo

Mondiali 2018 - Pronostici Alta Quota 22/06/18

I Diavoli Rossi non dovrebbero avere particolari problemi a centrare il bis e, conseguentemente, il ticket per gli ottavi con 90 minuti di anticipo.
Oddschecker
Leggi L'Articolo

Mondiali 2018 - Crolla l Argentina umiliata dalla Croazia. Francia agli ottavi. I Top & Flop di Oddschecker

Mondiali 2018, crolla l’Argentina battuta dalla Croazia. Francia agli ottavi. I top e flop di giornata di Oddschecker!
Oddschecker
Leggi L'Articolo
Bonus Scommesse25€ + Bonus di 225€Rimborso fino a 25€ + Bonus fino a 225€Ricevi