Informazioni sulla privacy da Oddschecker
Abbiamo modificato T&C ed aggiornato la politica dei cookies

Pronostici Sei Nazioni 2018

Al via l’edizione 2018 del Sei Nazioni. L’Inghilterra punta allo storico record della terza vittoria di fila. La guida completa al torneo e le dritte sui match!

Oddschecker
 | 
mercoledì, 31 gennaio, alle 14:07

 

 

 Il torneo internazionale di rugby più antico al mondo (nato come Home Championship o Quattro Nazioni nel 1883), anche quest’anno vedrà scontrarsi le quattro nazionali delle isole britanniche (Galles, Inghilterra, Irlanda e Scozia), più Francia e Italia su prati storici come quello di Twickenham a Londra, Murrayfield a Edimburgo, Stade de France a Parigi e anche dell’Olimpico di Roma.

 

Questa sarà una edizione fondamentale del Sei Nazioni, che servirà – soprattutto in vista del prossimo Mondiale di Rugby (che si disputerà l’anno prossimo in Giappone) – a cementare ciascun gruppo all’interno delle nazionali europee e nel migliore dei casi a reclutare forze fresche e nuove leve in vista della Webb Ellis Cup.

 

IL PRONOSTICO: INGHILTERRA FAVORITA MA OCCHIO AL GALLES

 

Favorita numero uno alla conquista dell’edizione 2018 del Sei Nazioni è l’Inghilterra che, dopo la disastrosa esperienza dell’ultimo Mondiale (2015) disputatosi proprio in Inghilterra (la squadra della Federazione ospite per la prima volta non ha avuto accesso alla fase a eliminazione diretta), ha vinto nel 2016 e 2017 il Sei Nazioni, perdendo soltanto una volta negli ultimi 24 match giocati (Six Nations 2018 - Esito Finale Inghilterra campione, quota migliore a 2,00 con Unibet). Il coach inglese, Eddie Jones, punta dritto a fare la storia della competizione: mai nessuna nazionale infatti ha vinto per tre volte di fila il torneo. D’altra parte, sotto la sua guida, la nazionale inglese è risalita dall’ottavo al secondo posto del ranking mondiale (al primo posto gli irraggiungibili neozelandesi). A questo Sei Nazioni però non ci saranno per l’Inghilterra né Billy Vunipola, potente terza linea infortunatosi gravemente in una recente partita con i suoi Saracens, né la sua riserva Nathan Hughes, motivo per cui Jones dovrà affidarsi all’inesperto Zach Mercer. L’Inghilterra si ritroverà anche senza il centro Manu Tuilagi e l’ala Elliot Daly, infortunati, e senza gli squalificati James Haskell e Joe Marler (salteranno le prime due gare). In sostanza, la formazione inglese si presenterà a questa edizione del Sei Nazioni con non meno di otto giocatori alla loro prima esperienza internazionale.

 

Anche l’Irlanda (che ha vinto nel 2014 e 2015 il Sei Nazioni) dovrà fare fronte a numerose assenze, tra cui gli infortunati Jamie Heaslip, Sean O’Brien, Garry Ringrose e Tommy O’Donnell. Ma per i bookies ha quasi le stesse chance di vittoria dell’Inghilterra (Six Nations 2018 - Esito Finale Irlanda campione, quota migliore a 2,88 con 888sport). Il Galles giocherà per rifarsi del risultato dell’ultimo torneo (chiuso al quinto posto). La Dea bendata non sembrerebbe sorridere neanche ai gallesi che dovranno fare a meno dei titolari Taulupe Faletau, Rhys Priestland, Sam Warburton, Dan Lydiate e Jonathan Davies. Vedremo in campo però Josh Adams che attualmente è il top scorer in Premiership. Per molti, il Galles potrebbe essere la vera sorpresa di questo Sei Nazioni (Six Nations 2018 - Esito Finale Galles campione, quota migliore a 21,00 con William Hill). Questa però potrebbe essere l’edizione della Scozia che, dopo anni passati a cercare di evitare l’ultimo posto e il cosiddetto cucchiaio di legno, sta migliorando a vista d’occhio, avendo battuto Galles e Irlanda negli ultimi mesi, dopo aver dato del filo da torcere alle ben più quotate nazionali della Nuova Zelanda e Australia. Per gli scozzesi ritornerà in squadra dopo un anno passato in infermeria l’esperto Greig Laidlaw ma non ci saranno Richie Grey, Stuart Hogg, Ross Ford, Zander Ferguson e gli squalificati John Hardie e Simon Berghan (Six Nations 2018 - Esito Finale Scozia campione, quota migliore a 13,00 con Unibet). La Francia si presenterà con un nuovo coach, l’ex allenatore della nazionale italiana Jacques Brunel, e un roster ringiovanito. Nel 2017 i galletti transalpini hanno vinto soltanto 3 match su 11. I Bleus giocheranno tre incontri in casa in questa edizione del Sei Nazioni e questo potrebbe rappresentare un vantaggio non indifferente (Six Nations 2018 - Esito Finale Francia campione, quota migliore a 21,00 con William Hill).

 

LE CHANCE DELL’ITALIA 

 

Chiudiamo la nostra rassegna con l’Italia che ha raccolto il cucchiaio di legno (ovvero è arrivata ultima) ed è stata whitewashed (ovvero ha perso tutti gli incontri disputati) nelle ultime due edizioni del Sei Nazioni. Gli Azzurri hanno vinto solo una volta nelle ultime 11 partite giocate e dal 2000, anno del primo Sei Nazioni per l’Italia, hanno concluso il torneo all’ultimo posto per ben 12 volte. Una sola vittoria nelle cinque partite che andranno a disputare gli italiani nelle prossime sette settimane sarebbe già tanto. Dunque, anche per questa edizione, gli Azzurri saranno i favoriti assoluti per la conquista del poco edificante premio del cucchiaio di legno (Six Nations 2018 - Esito Finale Italia campione, quota migliore a 501,00 con 888sport e Unibet).

 

Il calendario dell’edizione 2018 non ha di certo sorriso all’Italia che dopo il difficilissimo esordio in casa contro l’Inghilterra, affronterà l’Irlanda, la Francia (si giocherà per la prima volta a Marsiglia in serata e non a Parigi) e il Galles in trasferta, per poi chiudere in casa contro la Scozia. Per i bookies la nazionale italiana perderà ogni singolo incontro di questa edizione del Sei Nazioni

 

Pronostici Recenti

Pronostici Sei Nazioni 2018

Al via l’edizione 2018 del Sei Nazioni. L’Inghilterra punta allo storico record della terza vittoria di fila. La guida completa al torneo e le dritte sui match!
Oddschecker
Leggi L'Articolo

Rugby - Al via il Sei Nazioni 2017

Al via il Sei Nazioni di questo 2017, che partirà ufficialmente sabato 4 febbraio e si concluderà il prossimo 18 marzo.
Oddschecker
Leggi L'Articolo