1. Home
  2. Guide
  3. Scommesse
  4. Come Si Calcola Roi

Il ROI nelle scommesse: come si calcola e perché è importante

Il concetto di ROI nelle scommesse sportive nasce dal fatto che le puntate e la matematica vanno a braccetto. Non sono pochi gli appassionati che si affidano a statistiche e calcoli per trovare le partite giuste nella schedina della settimana; il calcolo del ROI complessivo è il passo immediato per valutare la propria esperienza di scommettitore.
Mer 13 Aprile, 11:33 | 6 minuti di lettura

Una delle strategie base per aumentare il ROI nelle scommesse è quella di sfruttare al massimo le promozioni e i bonus scommesse che i bookmaker offrono ai nuovi clienti. Ma come si calcola il ROI?

Come si calcola il ROI nelle scommesse sportive?

Vediamo subito come si calcola il ROI nelle scommesse così ci viene più facile capire di che cosa si tratta.Tecnicamente ROI è un acronimo che significa Return On Investment, ovvero il parametro che serve a definire la redditività di un determinato investimento. 

La formula per ottenere il ROI

La formula per calcolare il ROI nelle scommesse è:

V (vincita netta) / I (investimento) * 100 = ROI

Per quello che riguarda le scommesse sportive avere un’idea del proprio ROI permette di capire se in parole povere si sta vincendo o perdendo con le proprie puntate.

Per avere chiari questi parametri è però importante avere il concetto di bankroll iniziale, cioè quanto si è deciso di investire e di capitale corrente cioè quanto si possiede attualmente nel conto gioco. Facendo la differenza tra il capitale corrente e il bankroll iniziale possiamo capire anche quanto sia il nostro ROI.

Facciamo un esempio per capire meglio il concetto: poniamo di avere un bankroll iniziale di 1000€ e dopo qualche settimana di puntate nel nostro conto gioco ci sono 1200€. La differenza tra capitale e bankroll è dunque di + 200€ e quella rappresenta la nostra vincita netta quindi:200€ (vincita netta) / 1000€ (investimento) * 100 = +20%Per fare correttamente questo calcolo è comunque fondamentale aggiungere ogni versamento che si effettua al proprio conto gioco nel conteggio del bankroll iniziale, perché quello sarà l’ammontare totale del nostro investimento.

Perché è importante conoscere il proprio ROI?

La risposta a questa domanda è abbastanza ovvia se ci pensate. Sapere il ROI ci permette di giudicare se la nostra esperienza di giocatore è in guadagno oppure in perdita.

Avere un ROI pari a zero significa che non abbiamo né perso né guadagnato da quando abbiamo iniziato a scommettere. Ma oltre a questa semplice constatazione avere un’idea del ROI è utile per capire se stiamo scommettendo sulle cose giuste e sugli eventi più adatti a noi. Un ROI negativo per molto tempo dovrebbe suggerire quindi di variare leggermente la strategia di puntata, provando magari a piazzare qualche scommessa su mercati diversi oppure su palinsesti di eventi diversi.

Per conoscere il proprio ROI uno dei metodi più seguiti dagli scommettitori è quello di fare delle semplici tabelle di Excel in cui segnare di volta in volta i profitti e i versamenti effettuati, in modo da avere sempre un colpo d’occhio immediato sull’andamento delle proprie scommesse. Ci sono anche servizi online che permettono di tracciare i risultati ottenuti sulle varie piattaforme, ma quello della tabella auto-prodotta può essere sufficiente se si scommette per semplice hobby senza la necessità di essere troppo precisi. 

Qual è un ROI buono per uno scommettitore?

Verrebbe naturale rispondere che ogni ROI positivo è un buon ROI e questo è senza dubbio vero. Dobbiamo sempre considerare che nelle scommesse sportive si vince e si perde e spesso il mero calcolo delle probabilità è sbilanciato verso quest’ultima eventualità. Quindi andare in vincita per alcuni periodi e anche se di poco è comunque un fatto positivo da sottolineare.

C’è però chi scommette con maggiore frequenza e impegno ed in questo caso il ROI è sostanzialmente quello che il giocatore si porta a casa a fine mese dopo le proprie puntate.

In questo caso la giusta percentuale di ROI non è standard ma influenzata da vari fattori, come il tipo di scommesse che si effettuano, gli eventi su cui si gioca e non ultimo la cifra che si decide di investire.

Per fare un esempio classico un ROI del 5% su 100€ (cioè 5€) è estremamente diverso da un ROI del 5% su 10.000€ (500€). Quindi anche questo deve essere un fattore. Anche il numero delle scommesse incide: su una singola scommessa possiamo generare un ROI enorme (quando ad esempio indoviniamo un pronostico difficile) mentre su un numero elevato e continuativo di scommesse le leggi della matematica e della probabilità ci porteranno ad avere un ROi decisamente più “umano”.

Tendenzialmente sulla distanza delle 1000 scommesse è valutato come buono un ROI dal 5% al 10%, ma questo vuole essere solo un riferimento di massima perché non esiste una regola ferrea per questo tipo di calcolo. Diciamo che la soddisfazione per la propria esperienza come scommettitore è abbastanza soggettiva.

Come aumentare il ROI nelle scommesse

La domanda su come aumentare il ROI nelle scommesse può venire abbastanza spontanea anche per un semplice appassionato delle puntate sportive. Per chi si approccia come professionista è invece un tema fondamentale per proseguire nella propria carriera.

Uno dei modi immediati e più semplici di aumentare il ROI nelle scommesse è quello di sfruttare i bonus benvenuto che i migliori siti scommesse mettono a disposizione. Questo dovrebbe portare nel breve periodo ad un incremento del proprio saldo disponibile, andando quindi a rimpinguare il conteggio delle vincite anche se queste non sono direttamente figlie di scommesse vinte.

Certo però che affidarsi ai soli bonus toglie anche gran parte del divertimento nella semplice scommessa sportiva, quindi proviamo a tracciare qualche metodo che possa aiutare a mantenere un ROI positivo. Uno dei fattori più importanti è trovare nei vari palinsesti la quota che possa rappresentare una value bet, cioè quel tipo di scommessa di cui si ritiene la probabilità più alta rispetto alla quota assegnata da un bookmaker.

Per fare questo diventa fondamentale scandagliare i migliori siti di scommesse online per trovare la giusta quota sul giusto evento e comparare le quote come avviene su OddsChecker permette di avere questa situazione sotto controllo.


Bonus Scommesse

Snai
Bonus Benvenuto: 100% di bonus fino a 300€ + 5€ Senza Deposito
Sisal
Attiva il bonus di benvenuto fino a 400€ sulle scommesse sportive.
Betfair Exchange
Bonus Exchange: 100% di rimborso fino a €50
LeoVegas
Bonus Benvenuto: vincita extra del 50% fino a €100
Goldbet
Bonus Benvenuto: 25% fino a €20 + €15 x 20 settimane
PokerStars Sports
Bonus Benvenuto: fino a 100€ di bonus sulle tue scommesse
Betclic
Bonus Benvenuto: 50% di bonus sul primo deposito fino a 350€
Betfair
Bonus Benvenuto: 10€ al deposito + ulteriori 200€ di extra bonus
Planetwin365
Bonus Benvenuto: Bonus Sport fino a 500€

Le Più Giocate

Champions League
10:00
29 Mag
Real Madrid
Liverpool - Real Madrid
Vincente
18:00
28 Mag
Liverpool
Open di Francia - Femminile
9:00
23 Mag
Martina Trevisan

Registrati su OddsChecker

Compara, Scegli, Gioca

Zero Spam! Ricevi le ultime offerte e i bonus scommesse via e-mail.
0Schedina

Ci sei quasi!

Stiamo caricando le tue scommesse, saranno qui in un secondo

Bonus Clienti Esistenti
Bonus ScommesseBonus Oddschecker
Formato quote
Ti sei giá registrato?
Torna Su