Analisi, il mondo delle quote, nomi diversi per un obiettivo unico

Che siano decimali o frazionarie, poco cambia, il risultato é lo stesso. Ma lo stesso evento puó essere indicato in diversi modi in base al bookmaker o al mercato

Oddschecker
lunedì, 30 marzo, alle 05:17
  • In qualunque parte del mondo l`obiettivo del giocatore é sempre spuntare la quota migliore. Il problema é che quel numero, la quota, non solo cambia nel suo valore effettivo ma anche nel suo sistema di calcolo e vendita. Infatti la quote, in base al mercato di riferimento, sono oggi diffuse in valori decimali, frazionarie e moneyline. Ma non mancano poi le sottocategorie come quelle malesi, indonesiane o di Hong Kong. Cominciamo dalle prime 3.
  • Partiamo dalle quote decimali, in uso in Italia e in quasi tutta Europa. Il valore della quota, moltiplicato per la puntata, indica l`importo pagato dal bookmaker in caso di vittoria.

Es. Udinese – Fiorentina segno 1 a 1.40 (importo scommesso 10 €)

Vincita = 1.40 x 10 = 14 euro

Profitto = 14 - 10 = 4 euro

Ma come nasce la quota? Perché un evento come quello dell`esempio viene offerto da un bookmaker a 1.40? Oltre alla lavagna di allibraggio che indica il margine di guadagno dell`operatore, é infatti necessario tener presente il calcolo delle probabilitá. Quante sono le possibilitá che l`Udinese batta la Fiorentina? Ecco il calcolo da seguire:

1/1.40 = 0.71

0.71 x 100 = 71%

La quota ci informa quindi che la probabilitá del segno 1 é del 71%. Un indicatore da considerare sempre con molta attenzione!

 

  • Quella frazionaria é invece la classica quota inglese (e irlandese) spesso difficile da capire, ma piú lineare rispetto a quella decimale. Con questo tipo di quota, e di eventuale vittoria, si ottiene direttamente il profitto senza dover sottrarre l`importo giocato.

Es. Udinese – Fiorentina segno 1 a 2/5 (importo scommesso 10 €)

Vincita = 10 x 2/5 = 4 euro

Totale = 10 + 4 = 14 euro

Attenzione agli arrotondamenti peró! Questo tipo di quota, se convertita in decimali, non é mai corretta al 100%, ma possono verificarsi scostamenti variabiali dai centesimi ai pochi euro in base all`importo giocato. E in termini di calcolo delle robabilitá percentuale?

5/(2+5) = 0.71

0.71 x 100 = 71.4%

La quota ci informa quindi che la probabilitá del segno 1 é del 71.4%, ancor piú accurata quindi rispetto alla quota decimale.

  • Concludiamo questa prima parte con le quote moneyline o americane, probabilmente tra le meno conosciute in Italia. La prima particolaritá é che le quote possono essere positive o negative, con l`obiettivo di far comprendere all`utente l`ammontare della giocata necessaria per vincere 100 unitá.

Es. Udinese – Fiorentina segno 1 a -250 (importo scommesso 10 €)

Vincita = 10 x 100/250 = 4 euro

Totale = 10 + 4 = 14 euro

E se la quota fosse stata invece positiva, a +250?

Vincita = 10 x (1+100/250) = 35 euro

Totale = 35 + 10 = 45 eur

0Schedina

Ci sei quasi!

Stiamo caricando le tue scommesse, saranno qui in un secondo

Ultimi Pronostici

Pronostici Serie A, domenica da gol e over. Le super quote per le partite di Roma, Milan e Atalanta

Pioggia di gol e over prevista a Roma (col Sassuolo), a Udine (con l'Atalanta) e a Genova (Samp-Milan).
oddschecker
Leggi L'Articolo

Pronostici marcatori Serie A decima giornata, le migliori scommesse del weekend

Indecisi sul risultato finale o poco attratti dalle quote? La soluzione puó essere puntare sul marcatore del match, sul giocatore capace di segnare in ogni momento della partita!
oddschecker
Leggi L'Articolo

Pronostici Premier League, quote a favore del Tottenham nel derby di Londra

Il Tottenham nello storico derby contro l’Arsenal cerca 3 punti per rimanere in vetta. L’Everton, in casa del Burnley, per uscire dalla crisi. Chelsea contro un Leeds in ripresa.
oddschecker
Leggi L'Articolo