TOP10, i gol da favola della Serie A, da Maradona a Totti e Del Piero

Ognuno ha una sua classifica e allora evitiamo di fare una classifica, ma ricordiamoli e ammiriamoli! Dopo quelli internazionali, spazio ai gol top della Serie A!

Beppe Vigani
lunedì, 30 marzo, alle 05:08
  • Non poteva mancare uno dei più bei gol del firmamento calcistico. E’ il 26 novembre 2006. Dopo un’azione prolungata, al 24’ della ripresa sul risultato di 3-1 per la Roma sulla Sampdoria, Marco Cassetti apre sulla sinistra, a Francesco Totti che appena dentro l’area, esattamente sul lato più corto, sferra un tiro al volo che supera l’incolpevole portiere doriano Gianluca Berti. Un’opera d’arte che il pubblico di tutto il Galileo Ferraris saluta con una standing ovation. E’ la stagione successiva allo scandalo Calciopoli.

  • A San Siro il 9 dicembre 2001 è di scena Milan-Juventus. Al 23’ la magia: Manuel Rui Costa non colpisce bene la palla che s’impenna, Pablo Montero si avventa su di essa di testa ma Javi Moreno gli ruba il tempo e innesca Andriy Shevchenko che in slalom evita Mark Iuliano e manda per le terre Gianluca Pessotto e da circa ventri metri e da posizione angolatissima fa esplodere un destro che finisce all’incrocio dei pali più lontano. E’ un gol clamoroso che porta in vantaggio i rossoneri guidati da Carlo Ancelotti (che il 5 novembre ha sostituito Fatih Terim). Il match terminerà 1-1.

Non può mancare in questa carrellata il gol di Roberto Baggio, in versione bresciana, contro la Juventus. E’ il 1° aprile 2001, quando all’87’ il Divin codino, con un aggancio magico, controlla magistralmente un lancio di Andrea Pirlo all’interno dell’area di rigore e come in un gioco da ragazzi dribbla il portiere juventino Edwin Van der Sar, realizzando il gol del pareggio. Il Brescia, dopo essere stato promosso in A, per la prima volta nella sua storia, riuscì a non retrocedere.

  • A Bari nasce una stella. Il 18 dicembre 1999, è ospite l’Inter. A due minuti dal termine sul risultato di 1-1, lancio di Simone Perrotta, stop a seguire di tacco di Antonio Cassano, 17 anni compiuti il 12 luglio, che controlla il pallone di testa, prima di superare Laurent Blanc e Christian Panucci, e di battere Angelo Peruzzi, realizzando un gol che fa esplodere i 40 mila spettatori del San Nicola. E’ la prima da titolare di Fantantonio, dopo l’esordio in serie A, la domenica prima nel derby contro il Lecce.

  • Uno dei giocatori più talentuosi del dopoguerra lascia il segno in Parma-Lazio nella 17ª giornata (17 gennaio ’99) della stagione 1998-1999. Un match clou (ducali nello stesso anno vinceranno Coppa Italia, Supercoppa nazionale ed Europa League, mentre i biancocelesti conquisteranno Coppe delle Coppe e Supercoppa europea) in cui Roberto Mancini festeggerà la sua 150ª rete in Serie A con un gesto balistico magico. Su calcio d’angolo battuto da Sinisa Mihajlovic, il campione di Jesi, appostato sul primo palo, di tacco realizza al 23’ della ripresa il gol del vantaggio degli aquilotti (finirà 3-1 per gli uomini di Sven Goran Eriksson).

0Schedina

Ci sei quasi!

Stiamo caricando le tue scommesse, saranno qui in un secondo

Ultimi Pronostici

Il raddoppio, le migliori quote di Europa League di Napoli e Arsenal

Il programma delle partite di oggi di Europa League offre tante gare interessanti, ma noi ne abbiamo scelte due per voi: Molde–Arsenal e Napoli-Rijeka
oddschecker
Leggi L'Articolo

Pronostici Europa League, scommesse a senso unico sul Napoli in casa

Napoli obbligato a fare i 3 punti in casa. Pochi problemi per l’Arsenal in Norvegia mentre rischia il Celtic fuori casa.
oddschecker
Leggi L'Articolo

Pronostico Europa League, over per Milan e Psv, segno 2 per lo Young Boys

Quarto turno dei gironi della seconda competizione continentale: Milan alla caccia del riscatto in casa del Lille, lo Young Boys cerca il bis contro il Cluj mentre PSV chiamato a vincere con il PAOK.
oddschecker
Leggi L'Articolo