1. Home
  2. /
  3. News
  4. /
  5. Calcio
  6. /
  7. Olimpiadi Tokyo Calcio Quote

Calcio alle Olimpiadi: parte la caccia all’Oro

Terminati gli Europei e la Copa America, la lunga estate di calcio internazionale si concluderà con le Olimpiadi di Tokyo
OddsChecker
gio 15 luglio, 10:17
Bonus scommesse
William Hill
Bonus senza deposito fino a €215
Accedi al Bonus ❯
Betfair Exchange
10 euro di rimborso sulla prima giocata
Accedi al Bonus ❯
PokerStars Sport
Bonus fino a 100€
Accedi al Bonus ❯

❯ Compara gli altri 13 bonus attivi

Torneo di Calcio alle Olimpiadi di Tokyo – inizio 21 luglio, finale 7 agosto

L’ultimo capitolo di un’estate spettacolare di calcio internazionale si terrà alle Olimpiadi di Tokyo, dove le sedici contendenti si sfideranno per l’oro olimpico.

Le partecipanti alle Olimpiadi di Calcio

Non ci sarà l’Italia, eliminata prematuramente negli Europei Under 21 del 2019, valevoli per le qualificazioni. Le rappresentanti del Vecchio Continente saranno Francia, Germania, Romania e Spagna. Non mancano ovviamente Argentina e Brasile, che hanno grande tradizione. Ci sarà il Giappone, paese ospitante, poi Nuova Zelanda, Australia, Arabia Saudita, Corea del Nord, Messico e Honduras. Completano il quadro le africane, ovvero Egitto, Costa d’Avorio e Sudafrica, le prime tre piazzate alla Coppa d’Africa Under 23 nel 2019.

La formula

Saranno ben sette le location per le partite: due a Tokyo, poi a Saitama, Yokohama, Kashima, Rifu e Sapporo. Formula semplice visto che le 16 partecipanti sono divise in quattro gironi: le prime due di ogni gruppo si qualificano ai quarti, e da lì si procederà in sfida secca fino alla finale. Grande valore in questo caso anche per la sfida per il terzo-quarto posto. Nel primo turno spiccano gli incroci tra Spagna e Argentina, nel girone C, e tra Brasile e Germania in quello D, con Costa d’Avorio terza incomoda e con una rosa di alto livello.

L’albo d’oro delle Olimpiadi

Nell’ultima edizione, ormai nel lontano 2016, si impose il Brasile ai supplementari contro la Germania. I Verdeoro hanno raggiunto due finali consecutive, però nel 2012 a Londra vinse il Messico. In precedenza due successi di finale per l’Argentina, ad Atene e Pechino, a scapito di Paraguay e Nigeria. Non sono mancate le sorprese, considerato che dal 2000 in poi sono arrivate fino in fondo Camerun, Cile, Stati Uniti, Iraq, Belgio, Corea del Sud, Giappone e Honduras, facendo meglio delle squadre più attese.

Sono assenti le due nazionali che guidano l’albo d’oro storico, Ungheria e Gran Bretagna, entrambe a quota tre ori. Seguono l’Argentina (due ori e due secondi posti), Unione Sovietica e Uruguay. Un’affermazione per le papabili di quest’anno, ovvero Brasile, Spagna, Francia e Germania. I Verdeoro hanno altresì conquistato tre argenti e un bronzo e sono dunque in vetta alla classifica generale di medaglie.

I giocatori di spicco a Tokyo 2020

Visto il rinvio di un anno causa pandemia (le gare si disputeranno senza pubblico per via dell'attuale situazione in Giappone), le nazionali sono di fatto Under 24 e non 23. Permessi, come al solito, tre fuori quota nelle rose di 22 giocatori. Tra questi Dani Alves, Franck Kessie, Eric Bailly, Pierre-Andre Gignac, Florian Thauvin, Marco Asensio, Dani Ceballos e Guillermo Ochoa.

Presenti tanti tra i migliori talenti giovani del pianeta, alcuni dei quali già visti agli Europei. La Spagna, in particolare, potrà contare su Pedri, Dani Olmo, Mikel Oyarzabal, Unai Simon, Pau Torres ed Eric Garcia. Meno rinomata la rosa della Germania, che ha invece lasciato a riposo coloro già impegnati da Joachim Loew, e punta su Maximilian Arnold, Max Kruse e Nadiem Amiri come fuori quota, oltre ai talenti Niklas Dorsch, Arne Maier, Josha Vagnoman e Felix Uduokhai. Sette sono reduci dal successo agli Europei Under 21 di inizio estate, dove hanno piegato il Portogallo in finale. Scelta simile per la Francia, che non avrà Kylian Mbappé come sperato, e farà allora affidamento su Eduardo Camavinga, William Saliba, Amine Gouiri, Jonathan Ikone e Lucas Tousart.

Solo un fuori quota per l’Argentina, a cui sicuramente non mancano i talenti come Thiago Almada, Pedro De La Vega, Fausto Vera e Alfonso Gaich. Nel Brasile spazio a Mateus Cunha, Antony, Paulinho, Pedro, Malcom, Douglas Luiz, Bruno Guimaraes, Gerson e Gabriel.

Le favorite per le Olimpiadi

La Spagna si presenta con una squadra di alto spessore e parte favorita (quota 3 su Bet365, 3.50 con Sisal). Poco dietro il Brasile, dato a 3.50 su Snai e Betclic. In seconda fila la Francia (quota 6 con Sisal e Bet365), poi Argentina (quota 7 su Sisal, 10 per Betlic), Germania, data a 9 con William Hill e 7.50 con Sisal) e Giappone, segnalato a 9 su Bet365, 10 con William Hill. Possibili outsider il Messico (quota 25 su Sisal) e la Corea del Sud (quota 20 con Betclic). 

Oltre al successo della Germania nei recenti Europei, da segnalare a livello giovanile che nel 2019 la Corea del Sud arrivò in finale nei Mondiali Under 20, perdendo contro l’Ucraina e ha poi trionfato nel Coppa d’Asia Under 23 l’anno successivo. Il Brasile ha avuto nettamente la meglio sull’Argentina nel pre-Olimpico del 2020, trionfando per 3-0 nell’atto conclusivo.

  Spagna Brasile Francia  
Sisal 3.50 3.50 6.00 Accedi al Bonus ❯
Betclic 3.00 3.50 6.00 Accedi al Bonus ❯
Snai 3.00 3.50 6.00 Accedi al Bonus ❯

Dove vedere le Olimpiadi in streaming e TV

Discovery+ trasmetterà le Olimpiadi integralmente sulla propria piattaforma online, offrendo oltre 30 canali in contemporaneamente. Sarà disponibile anche per chi ha abbonamento ad Eurosport Player, Amazon Prime Video e TIM Vision. La Rai trasmetterà alcuni eventi solo su Rai Sport, su digitale e satellite. Eurosport presenterà delle sintesi su due suoi canali, disponibili anche su DAZN oltre che sul proprio sito ed app. 

0Schedina

Ci sei quasi!

Stiamo caricando le tue scommesse, saranno qui in un secondo

Bonus Clienti Esistenti
Bonus Scommesse 2021Bonus Oddschecker
HomeBonus ScommessePronosticiNewsCasino

Formato quote