Formula1, si va verso un Mondiale da 15 gare tra giugno e dicembre 2020

Prosegue il calo di GP programmati in una stagione che potrebbe partire in estate e finire a dicembre inoltrato. Intanto va all`asta un pezzo di storia

Oddschecker
martedì, 24 marzo, alle 08:43
  • La speranza é che la gara del Canada, 14 giugno, apra finalmente la stagione di una Formula 1 da 15 gare e che si concluda a dicembre inoltrato.

  • "Riconosciamo che esiste una possibilità significativa di avere ulteriori rinvii per gli eventi attualmente in programma, tuttavia noi e i nostri partner ci aspettiamo che la stagione inizi ad un certo punto quest'estate, con un calendario rivisto tra le 15-18 gare". Queste le parole del patron della Formula 1 Chase Carey.

  • Intanto sui social impazzano le ipotesi in merito ad una ripresa che a questo punto è difficile stabilire: Andrew Benson, giornalista della BBC, ha addirittura parlato di un possibile slittamento a settembre: “Tutto è possibile e non va escluso che la Formula 1 non possa cominciare fino alla gara di Singapore, a metà settembre”, ha dichiarato Benson. “Anche in questo caso sarebbe possibile rispettare il criterio secondo cui una stagione deve avere almeno otto gare per essere ritenuta valida ai fini del Mondiale”.

  • La Ferrari invece su Twitter ricorda il successo dello scorso anno in Bahrein di questi tempi e si accoda al messaggio di Hamilton, lanciato sui canali social della Mercedes con l’hashtag diventato ormai famoso, #distantimauniti.

 

  • E sempre da casa Ferrari arriva la notizia di un pezzo di storia pronto per andare all`asta. La casa d`aste Girardo & Co ha annunciato la vendita di una Ferrari 412 T2. Non una a caso peró. Guidata da Jean Alesi in gara questa fu la seconda monoposto costruita a Maranello per la stagione 1995 e debuttò in pista a Interlagos. Ma a fine stagione, soprattutto, la macchina visse il debutto ufficioso in tuta bianca e senza sponsor di Michael Schumacher. Un pezzo sicuramente caro ma di grande valore storico.

 

  • A chiudere questa carrellata, ci ha pensato Il presidente della FIA Jean Todt ha voluto rivolgere un messaggio a tutti gli appassionati di motorsport e non solo: “Cari amici, mentre il mondo sta attraversando una pandemia storica, desidero dirvi quanto sono vicino a tutti voi. Come sapete, la situazione è critica e in constante evoluzione. La protezione delle persone deve essere la priorità. Vorrei esprimere il mio sostegno e la mia solidarietà a tutti i cittadini ed a coloro che contribuiscono al motorsport e alla mobilità. Come sapete, abbiamo dovuto annullare o posticipare gli eventi in programma nelle prossime settimane, ed attualmente non si vede chiaramente quando la nostra vita tornerà alla normalità. È nostra responsabilità condivisa prendere tutte le misure necessarie e vi esorto a seguire rigorosamente le istruzioni di sicurezza dell’OMS e dei vostri governi nazionali. Solo la nostra disciplina individuale ci permetterà di superare questo virus. Insieme, ce la faremo”.
0Schedina

Ci sei quasi!

Stiamo caricando le tue scommesse, saranno qui in un secondo

Ultimi Pronostici

Motori, le quote MotoGP incoronano sempre Marc Marquez

Gli antepost vincente e testa a testa premiano sempre e solo il pilota della Honda, anche se Vinales appare l`unico vero candidato per un derby spagnolo
Oddschecker
Leggi L'Articolo

Motori, in F1 salta anche il Canada, in MotoGP Marquez superstar

Animi sempre piú diversi tra MotoGP e Formula1, con la prima che guarda al futuro e la seconda che stenta a trovare accordi per la ripresa
Oddschecker
Leggi L'Articolo

Superbike, pochi dubbi per le quote, Rea ancora campione

In attesa di riprendere il campionato, forse a porte chiuse, i bookmaker puntano subito sul campione del mondo in carica Jonathan Rea
Oddschecker
Leggi L'Articolo