Preview Premier League 17-18

Ufficialmente al via la Premier League edizione 2017/2018, parte quindi la caccia al Chelsea di Conte, trionfatore nella passata stagione davanti a Tottenham e Manchester City. Come al solito, le pretendenti al trono non mancano oltremanica.

Enrico Passarella
 | 
mercoledì, 9 agosto, alle 14:52

 

I Blues di Antonio Conte,stando alle quote dei Bookmakers, non partono favoriti: in prima fila c’è il Manchester City di di Guardiola, rinforzata dagli arrivi di Bernardo Silva, Walker, Danilo, Mendy ed Ederson e soprattutto con alle spalle un anno di rodaggio nell’articolato sistema dell’allenatore catalano. L’ex Barcellona solo in due occasioni non ha vinto il campionato: nel 2011/2012, giunto dietro al Real Madrid di Mourinho, e appunto l’anno scorso. C’è però chi ha fatto ancora meglio, ovvero l’ex CT della Nazionale Italiana, che, dopo la gavetta, tra Juventus e Chelsea è sempre stato in grado di arrivare in testa alla classifica. La squadra di Londra Ovest ha ingaggiato Bakayoko, Rudiger e soprattutto Morata, destinato a rimpiazzare il separato in casa Diego Costa. La quota più alta rende la puntata sul Chelsea più invitante(4.50 su Betclic). Sullo stesso livello, secondo i bookmaker, il Manchester United, che ha sostituito Ibrahimovic e Rooney con Lukaku e ha aggiunto Matic e Lindelof: acquisti importanti, ma difficile che bastino a balzare dalla sesta posizione alla prima, sebbene non è escluso che lo Special One tiri fuori il proverbiale coniglio dal cilindro.

Il Tottenham ha optato per la via della continuità e ha perso solo Kyle Walker tra i titolarissimi: per quanto riguarda gli Spurs, vista l’efficacia degli schemi di Pochettino e quanto successo nella passata stagione, diventa interessante la giocata riguardo il loro piazzamento nelle prime quattro(miglior quota 1.80 con William Hill). La concorrenza è agguerrita e per farlo dovrà stare davanti ad almeno una tra le compagini già citate e Arsenal e Liverpool. I Gunners hanno piazzato il colpo da 90 nel mercato estivo, ovvero Alexandre Lacazette, nella speranza di aggiungere alla bacheca trofei il titolo che manca dal 2004: la quota è eccellente, ma sarà molto dura. Sullo stesso livello il Liverpool, che potrebbe anche fare meglio con un anno in più sotto la guida di Klopp, però il probabile addio di Coutinho e un mercato che ancora non ha entusiasmato, Salah a parte, lo fanno partire dietro alle altre.

Improbabile quest’anno un exploit come quello del Leicester di due anni fa, ma nel calcio mai dire mai. La candidata potrebbero magari essere il solidissimo Everton, che può contare sul ritorno del figliol prodigo Wayne Rooney, giunto settimo nella passata edizioni: buona la quota dei Toffees tra i primi 6(la quota più alta e a 4.0 su Unibet), anche se ovviamente servirebbe un’annata no per una delle big. Il West Ham, invece, dopo l’undicesimo posto dell’anno scorso, dovrebbe essersi rinforzato abbastanza tra garantirsi un piazzamento nella top 10: anche in questo caso quota da non disdegnare(2.25 su Unibet). Ancora più interessante, sempre per quanto riguarda la stessa giocata, il caso del Newcastle(piazzamento tra i primi 10 a 3.50 su Unibet), che è sì una neopromossa, ma guidata da un allenatore capace ed esperto come Rafa Benitez ed è ovviamente franchigia molto blasonata. Da questo punto di vista, intriga anche lo Swansea(quota 6.0 su Unibet per un posto tra le prime 10), che ha concluso bene la stagione dopo aver battagliato a lungo nelle zone meno nobili.

Passando alle note dolenti, ovvero alla zona retrocessione, inevitabile partire da Brighton e Huddersfield, che partono da una base meno solida del Newcastle, essendo entrambe all’esordio in Premier League. Le quote delle singole squadre sono bassine, quelle invece delle “triplette” molto più interessanti: le candidate più appetibili sono probabilmente Burnley e Watford, giunti in sedicesima e diciassettesima posizione l’anno scorso. Gli Hornets hanno cambiato guida tecnica, affidandosi a Marco Silva, e si sono mossi bene sul mercato: preferibile quindi la combinazione Burnley, Brighton, Huddersfield in questo campo(la retrocessione di questi ultimi si gioca a 3.0 su Unibet), anche se le alte quote di ogni trio suggeriscono agli scommettitori di andarci cauti. I Terriers dopo la vittoria nei playoff non hanno lesinato gli sforzi sul mercato: potrebbero allora essere i Seagulls la giocata più interessante per l’ultimo posto(la quota è piuttosto alta ed invitante a 6.50 su William Hill).

La competizione si preannuncia serratissima anche per i premi individuali. Per quanto concerne la classifica capocannonieri, Harry Kane si è affermato in solitaria nelle ultime due stagioni, prima con 25 e poi con 29 centri. Inevitabile che l’attaccante del Tottenham sia considerato un candidato autorevolissimo per il three-peat e la quota giustifica assolutamente la giocata(Harry Kane capocannoniere a 4.0 su William Hill). I rivali abbondano, a partire da Romelu Lukaku che ha chiuso al secondo posto nella passata stagione, però prima di puntarci bisogna soppesare al meglio il sottile equilibrio tra un migliore supporting cast e un’inevitabile periodo di adattamento. Aguero ha sempre chiuso nella top 5 da quando è in Premier League, anche se spesso è stato fermato da infortuni: in caso di anno esaltante del City sarebbe il favorito numero uno, però la batteria di avanti a disposizione di Guardiola è impressionante, incluso un Gabriel Jesus a pieno regime, e potrebbe creare un classico caso di cooperativa del gol. Qualcosa di simile potrebbe succedere all’Arsenal: Alexis Sanchez ne ha fatti 24 nella passata stagione, però quest’anno sarà affiancato da Lacazette, autore di 37 reti in 45 gare nella sua straordinaria ultima annata con il Lione. Wenger finora ha resistito agli assalti per il cileno, ma, se dovesse andar via, il francese sarebbe un nome decisamente spendibile. Altro papabile, non senza rischi ma dalla quota importante: Alvaro Morata(la quota vale un tentativo a 12.0 su Unibet), fiore all’occhiello della campagna acquisti del Chelsea. Lo spagnolo ha sempre avuto una media gol esagerata tra Real Madrid e Juventus, ma sempre da comprimario o da subentrante e non si è mai dovuto sobbarcare l’intero peso dell’attacco, come farà quest’anno.

Chiosa finale sul giocatore dell’anno, solitamente, ma non necessariamente, legato a chi vincerà il titolo. Negli ultimi tre anni successi di Kanté, Vardy e Hazard. Il campo qui è molto aperto e sono in tanti i giocatori con quote alte. De Bruyne e Gabriel Jesus in primis se si pensa a una vittoria del City, Hazard o lo stesso Kantè in caso di nuovo successo dei Blues. Se esprimesse tutto il suo potenziale, Pogba avrebbe ottime chances di mettere le mani sull’ambito riconoscimento(anche in questo caso la quota è molto "appetitosa" a 13.0 su 888Sport), specialmente se dovessero spuntarla i Red Devils. Da non escludere anche qui un rappresentante del Tottenham, con Kane e Dele Alli in prima fila.

Pronostici Recenti

Mondiali 2018 - il Belgio strapazza la Tunisia mentre la Germania si salva vincendo in pieno recupero. I Top & Flop di Oddschecker

Mondiali 2018, il Belgio strapazza la Tunisia mentre la Germania si salva vincendo in pieno recupero. I top e flop di giornata di Oddschecker!
Oddschecker
Leggi L'Articolo

Mondiali 2018 - Prima vittoria del Brasile in Russia,per la Svizzera successo e polemiche - I Top & Flop di Oddschecker

Mondiali 2018, prima vittoria del Brasile in Russia. Scoppia la polemica dopo l’esultanza pro Kosovo in Serbia-Svizzera. I top e flop di giornata di Oddschecker!
Oddschecker
Leggi L'Articolo

Mondiali 2018 - Pronostici Alta Quota 22/06/18

I Diavoli Rossi non dovrebbero avere particolari problemi a centrare il bis e, conseguentemente, il ticket per gli ottavi con 90 minuti di anticipo.
Oddschecker
Leggi L'Articolo
Bonus Scommesse25€ + Bonus di 225€Rimborso fino a 25€ + Bonus fino a 225€Ricevi